giornale telematico

  del Comune di Isernia

   direttore  responsabile  Mauro  Gioielli               

                       

                       home page  

 

comunicato stampa   /  lunedì 21 aprile 2014  /  ore 15:51

Incontro con la campionessa nazionale di judo Maria Centracchio

 

Mercoledì 23 aprile, alle ore 10:30, nella Sala Consiliare del Comune di Isernia, il sindaco Luigi Brasiello incontrerà Maria Centracchio, recente vincitrice dei campionati italiani juniores di judo, che si sono svolti in Emilia Romagna, a Fidenza, meno d’un mese fa.

Cintura nera III Dan e figlia d’arte – tutti conoscono il papà, Bernardo, grande judoka e maestro di judo, colui che ha fatto conoscere questa disciplina sportiva agli isernini –, Maria è giovanissima, infatti non ha ancora compiuto 20 anni, ma vanta già un lungo curriculum di successi. E' stata vice campionessa italiana under 15 nel 2007 e campionessa nazionale under 17 nel 2009; poi vice campionessa italiana under 20 nel 2012 e, nello stesso anno, prima classificata ai campionati nazionali under 23. Infine, come già ricordato, si è di recente laureata campionessa italiana juniores, categoria 57 kg.

Fra un titolo e un altro, tante partecipazioni a trofei internazionali, tante medaglie, tante maglie azzurre e, ovviamente, tantissime ore passate in palestra ad allenarsi.

«Maria Centracchio è nata a Castel di Sangro, ma è isernina a tutti gli effetti – ha dichiarato il sindaco – poiché vive nella nostra città da sempre; qui ha studiato e qui risiede in contrada Castagna. Quindi è doveroso per me e per gli altri amministratori cittadini celebrare in qualche modo la nostra campionessa, e lo facciamo sicuri che in futuro Maria, con le sue vittorie, darà ancor più lustro a Isernia in Italia e nel mondo. Siamo certi che l’attendono traguardi prestigiosi, traguardi di cui non si conoscono ancora i limiti più alti ma che, considerata la sua costante e progressiva ascesa come atleta, si preannunciano certamente importanti e, probabilmente, trionfali; così come la recentissima medaglia d’oro di Fidenza comprova. Abbiamo preparato per lei una targa di riconoscimento e di apprezzamento, – ha concluso Brasiello – una targa che, a nome dell’intera città, le offrirò con affetto e con riconoscenza per quanto ha fatto fino ad ora, augurandole tante altre medaglie e una lunga e splendente carriera sportiva».