home page 

 

 

 

giornale telematico

del Comune di Isernia

direttore  responsabile  Mauro  Gioielli               

 

comunicato stampa   /  giovedì  7 maggio 2015  /  ore 12:40

Smart City

 

«Cerchiamo i migliori esempi di città intelligenti», è questo il propo­sito del Premio Smart Communities, che intende riconoscere le esperienze più all’avanguardia che stanno rendendo le nostre città sempre più ‘smart’, valorizzandone il patrimonio storico e culturale, coniugandolo con la mobilità sostenibile, la sicurezza e l’efficientamento energetico.

Il Premio si inserisce all’interno di Smart City Roadshow, l’evento dedicato a sindaci, assessori e dirigenti degli enti locali e nazionali. I migliori progetti riceveranno un riconoscimento pubblico nell’ambito di un evento istituzionale organizzato da Smau e che, per quanto riguarda alcune regioni italiane, si terrà a Bologna il 4 e 5 giugno prossimi. Tra i finalisti ci sarà anche il Comune di Isernia che a suo tempo presentò la propria candidatura.

«Il nostro Ente – ha affermato il sindaco Luigi Brasiello – è stato selezionato tra quelli finalisti del Premio Smart Communities, legato a Smau Bologna 2015. L’elaborato presentato è relativo alla Riqualificazione Ambientale del Parco Urbano della Stazione Ferroviaria, che ha lo scopo di dare una risposta concreta ai problemi legati alla cronica carenza di spazi di aggregazione sociale e verde pubblico, ‘riciclando’, a tal fine, vecchi edifici, manufatti industriali, spazi pubblici privi di qualità e un’intera zona urbana abbandonata, utilizzando tecnologie innovative che permettano la sua fruizione in un’ottica ‘smart’, dove i servizi nascono per le persone e dove i loro bisogni sono al centro della visione della città. L’obiettivo – ha continuato Brasiello – è quindi quello di portare la nostra città ad essere una vera Smart City, ossia un luogo intelligente in cui trovare un elevato livello di qualità della vita, dove gli spazi urbani aiutano a muoversi in maniera più agevole, risparmiando tempo e rispettando l’ambiente».

Il progetto del Comune prevede che il raggiungimento dello standard di qualifica ‘smart’ passi attraverso le tecnologie per la mobilità, lo sviluppo sostenibile (green city), il coinvolgimento dei cittadini, la facilitazione dell’accesso ai servizi e l’ottimizzazione delle risorse.

 

il direttore