direttore responsabile Mauro Gioielli           

                                                                                                                               home page —>

Città News - Web Magazine del Comune di Isernia

giovedì 11 giugno 2015, ore 19:00

 

CAVALLO DEVOTO

 

Presentata questo pomeriggio, nel corso d’una conferenza stampa, la IX edizione del concorso «Cavallo Devoto – Memorial Eduard Visco», che si terrà sabato 13 giugno ed è stato organizzato dall’associazione culturale “Tikané-Assiem” col patrocinio del Comune e della Provincia di Isernia. Sono intervenuti alla conferenza: l’assessore alla cultura del Comune Cosmo Galasso, il presidente dell’associazione organizzatrice Giovanni Viespoli, e il vicepresidente della stessa Costantino Sarachella.

L’assessore Galasso ha rimarcato la valenza culturale e sociale del concorso, che è legato ad una festa tradizionale che rende tangibile il completo processo di integrazione dei Rom isernini.

Viespoli e Sarachella hanno voluto ringraziare coloro che ogni anno rendono possibile la continuazione della tradizione della sfilata dei cavalli bardati; in particolare i proprietari degli animali, gli enti patrocinanti e i numerosi sponsor della manifestazione. Un ringraziamento particolare lo hanno rivolto alla famiglia di Eduard Visco, alla cui memoria è intitolato il premio ‘Cavallo Devoto’.

Il programma dell’evento di sabato prevede: alle ore 10, inaugurazione della mostra storico-fotografica “L’anima popolare della festa”, in collaborazione con l’Archivio Fotografico Cristicini; alle ore 15:30, in piazza X Settembre e in piazzetta Sant’Angelo, antichi giochi popolari per ragazzi; alle 17:30, in piazza Santa Maria, dibattito pubblico a cura di ‘Autoricambi Visco’; alle 18:30, in piazza Alessandro Volta, raduno dei cavalli e iscrizione al concorso; alle ore 19:30, processione di Sant’Antonio per le vie della città, con la partecipazione dei cavalli bardati; alle 22:30, premiazione per i migliori cavalli, per i costumi tradizionali più belli e per le ‘chiesiole’ meglio allestite.

 

 

 

il direttore