home page 

 

  

 

giornale telematico del Comune di Isernia

direttore  responsabile  Mauro  Gioielli

 

 

lunedì  9 maggio  2016  /  ore  11:50

Studenti croati a Isernia

 

Inizia oggi una settimana durante la quale Isernia sarà al centro del progetto comunitario Erasmus plus, curato dall’ufficio politiche pubbliche del Comune di Isernia e denominato «Let’s act together in european young laboratories», che vedrà impegnati, per scambi interculturali fra giovani italiani e di altre nazioni europee, gli studenti degli istituti superiori di Dignano, in Croazia, e gli studenti di analoghi istituti di Isernia.

Oggi pomeriggio, intorno alle ore 16, gli ospiti croati giungeranno in città, accolti dal promotore del progetto e dai referenti del Comune.

Domani mattina, 10 maggio, la delegazione di Dignano e quella isernina saranno accompagnate nella Riserva Mab di Montedimezzo e in un caseificio di Agnone. Nel pomeriggio, visiteranno il Museo del paleolitico di Isernia. Al termine, ci sarà il briefing conclusivo della giornata, con redazione del Diario di Bordo bilingue.

Mercoledì 11 maggio, i partecipanti esamineranno aspetti importanti del patrimonio turistico locale, con momenti di studio al museo della fauna appenninica di Castel San Vincenzo e agli scavi archeologici dell’abbazia di San Vincenzo, con una escursione finale al vicino lago e alle sorgenti del Volturno. Dopo il rientro a Isernia, gli studenti croati e isernini incontreranno il commissario straordinario del Comune, dott. Vittorio Saladino.

Il pomeriggio verrà destinato ad una percorso guidato nel centro storico di Isernia, curato dal referente dell’associazione Fai e dalle guide del gruppo “Apprendisti Ciceroni” del Liceo classico di Isernia. Infine, giovedì 12 maggio, la delegazione croata visiterà il nostro Liceo scientifico. Subito dopo partirà alla volta di Fiumicino per fare ritorno in patria. 

In tal modo, il progetto, finanziato grazie ad una “Convenzione di sovvenzione” a suo tempo stipulata con l’Agenzia nazionale per i giovani, si concluderà regolarmente nei tempi previsti, contribuendo in misura significativa al coinvolgimento delle nuove generazioni nella vita democratica attraverso il dialogo con le istituzioni.

 

il direttore, Mauro Gioielli