home page 

  

 

 

giornale telematico del Comune di Isernia

direttore  responsabile  Mauro  Gioielli

 

 

 

lunedì  6 novembre 2017  /  ore  12:50

© Comune di Isernia

 

Organizzata dalla Fondazione Lello Lombardi
MOSTRA DOCUMENTARIA

 

Lunedì 13 novembre, nella sala consiliare di Palazzo san Francesco a Isernia, con inizio alle ore 9:30, verrà inaugurata la mostra documentaria intitolata: «I valori del Molise nella storia istituzionale dell’Italia repubblicana: un’anteprima dell’archivio Lello Lombardi». L’esposizione è stata organizzata dalla Fondazione Lello Lombardi, con la partnership dell’Istituto Luigi Sturzo e dei Comuni di Isernia, Pesche e Sant’Angelo del Pesco.L'immagine può contenere: sMS
I documenti della mostra testimoniano l’impegno civile e gli ideali ispiratori della popolazione del Molise, sin dai primi momenti della Repubblica. Il percorso espositivo rappresenta un esempio di valorizzazione della memoria storica nazionale e dei territori attraverso il patrimonio culturale, in linea con il progetto di Educazione alla Cittadinanza promosso dal Miur. L’intento è quello di trasmettere ai giovani un messaggio di stimolo alla partecipazione attiva alla vita della comunità, per farli sentire protagonisti della crescita del proprio territorio con passione e spirito costruttivo, animati da impegno civile e fiducia nelle istituzioni.
La mostra verrà presentata da Giovanni Pirone, della Fondazione Lello Lombardi, e da Nicola Antonetti, presidente dell’Istituto Luigi Sturzo.
Interverranno il sindaco di Isernia Giacomo d’Apollonio e quelli di Pesche, Ido De Vincenzi, e di Sant’Angelo del Pesco, Nunzia Nucci.
Parteciperanno, inoltre: Domenico Ioffredi, consigliere delegato alla cultura della Regione Molise, Anna Paola Sabatini, direttore dell’Ufficio scolastico regionale per il Molise, e Antonietta Santilli, direttore dell’Archivio di Stato di Isernia.
Sarà presente anche una delegazione degli studenti degli istituti superiori della città.
La mostra, corredata da un filmato, è stata curata da Fernando Fabrizio della Fondazione Lello Lombardi e da Patrizia Severi dell’Istituto Luigi Sturzo. La ricerca documentaria è stata affidata all’archivista Roberta Bruno.
Successivamente, la stessa mostra sarà allestita nei Comuni che hanno aderito al partenariato e negli istituti scolastici che ne hanno fatto richiesta.

 

il capo ufficio stampa, Mauro Gioielli