home page 

  

 

 

giornale telematico del Comune di Isernia

direttore  responsabile  Mauro  Gioielli

 

 

 
 

sabato  08 giugno 2019  /  ore  18:02

© Comune di Isernia

 

Il miracolo del bambino resuscitato
e la tradizione del pondus pueri

IL PANE DI SANT'ANTONIO

 

Tommasino era un bimbo di 20 mesi. La madre, una signora di ricca famiglia, lo lasciò in casa da solo a giocare e lo ritrovò poco dopo senza vita, affogato in un mastello d’acqua.
Disperata, la donna invocò l’aiuto di Sant’Antonio e fece un voto: «Fallo rivivere – disse implorante, rivolgendosi al santo –. Se otterrò la grazia, donerò a ognuna delle famiglie povere della città tanto pane quanto è il peso del mio bambino».
Il figlioletto tornò miracolosamente in vita e nacque così la tradizione del "pondus pueri", alla quale è collegata l’usanza dei pani di Sant’Antonio (pane dei poveri).

 

il capo ufficio stampa, Mauro Gioielli